Il blog di Unimagazine.it

30 novembre, 2006

So Long Blogspot...

So long, addio. Questo è probabilmente il mio ultimo post su questo blog, da domani..si cambia! Traslochiamo finalmente sulla NOSTRA piattaforma: Think Tank, un contenitore di tutti i blog aziendali di Unimagazine.

Siamo stati insieme blogspot, ma devi capire che abbiamo preso strade diverse. No, non sei tu, sono io che sento il bisogno di cambiare, e di rinnovare.

Ma ti prego, restiamo amici :D

22 novembre, 2006

C siamo

Mitico e unico: da questo fine settimana sono un utente Mac...
Dopo sole 5 ore ero operativo e tutto funzionava perfettamente.

Chi di voi è un fan della mela?

15 novembre, 2006

Quasi. /2

Avevo detto che avremmo switchato, e lo abbiamo fatto.
Domani dovrebbe arrivare il nuovo Mac.



E voi, che aspettate a switchare?

Quasi.

Sarò breve, siamo sommersi di lavoro, ma dovevo dirvelo.
Il nuovo sito è on lnie: non è visibile al pubblico, ma tutto pare andare..ancora qualche giorno di Debug e saremo on line.

07 novembre, 2006

Unimagazine acquisisce ScienzePoliticheNa

La famiglia si allarga ancora, questa volta "rotolando verso sud". Sono lieto di annunciarvi che, grazie alla comunanza di valori e idee con il sito degli studenti di scienze politiche di Napoli "scienzepoliticheNa", presto anche loro entreranno nella grande famiglia di Unimagazine.

Spero che la famiglia sappia dare un caloroso abbraccio ai nuovi membri per farli sentire subito parte di un tutto.

06 novembre, 2006

Catania, California

Dice la California. Un posto bellissimo, specie per chi ha nuove idee nel mondo del web, dell'elettronica, delle nuove tecnologie. Un posto dove uno ti da un milione di dollari per dire, perchè crede nel tuo progetto. Google gliene ha restituiti circa 200mila milioni.

Dice la Sicilia. Un posto incasinatissimo dove ci sono i grandissimi e il niente. E uno che cerca di emergere con nuove idee e prodotti fa fatica. Poi d'improvviso incontri il manager di una mega azienda, parliamo di decine di milioni di fatturato, che pretende assoluto anonimato, e ti dice "compro la sua publbicità" e tu dice beh grazie, vedrà che l'investimento avrà un ottimo ritorno. E lui ti dica "non acquisto la sua pubblicità per il ritorno, lo faccio perche quando sarà una mega azienda si ricordi di chi ha creduto in lei. Prenda questo come un pò d'acqua e di concime ai semi delle sue idee."

Catania, California?

03 novembre, 2006

Del Prezzo, di Adsense e di altre considerazioni...

Ogni giorno tratto con alcuni clienti per proporre i nostri servizi, la nostra pubblicità, far crescere il giornale. Sarà la congiuntura ma permettetemi di dire che c'è qualcosa di marcio in Danimarca...o meglio nel modo in cui si fa pubblicità.

Tralasciando l'atteggiamento vergognoso di alcuni media planner (facciamo che ci da una mega campagna gratis, e poi vediamo se ci va bene?), non è corretto, solo per la diversità del media, pagare una cifra ridicola nonostante si crei visibilità ad un prodotto.

Iclienti grossi, i "Big Spender" ormai pretendono, sia in modo diretto, che via Adsense, che il nuovo modello sia: esposizioni e click pagati una miseria o nulla, e solo a vendita generata una remunerazione.

Beh, è un modello che ammazza il mercato degli editori. Crea furbetti del quartierino che invece di prodotti di qualità fanno solo degli spam-magnet, ottimizzati per i motori di ricerca.
E chi aiuta il consumatore nella scelta dicendo questo fa schifo, questo no? Lo si cerca di comprare...

Qualcuno dica qualcosa, qualcuno con la forza necessaria dica no.

Vi andrebbe di creare un movimento anti Spender Tirchi?